Ti trovi in: Inizio > VinoDOC.eu

VinoDOC.eu

Vini Doc e Docg. I disciplinari di produzione dei vini a Denominazione di Origine Controllata e a Denominazione di Origine Controllata e Garantita

 
Vini DOC
search optionsRicerca
articoli trovati : 331
page :  1/56 

Abruzzo Doc

02.10.2015

La zona geografica della Doc Abruzzo comprende l’intera fascia collinare costiera e pedemontana 
della regione Abruzzo che, nella parte mediana, si amplia verso l’interno per includere verso nord 
l’altopiano dell’Alto Tirino, a nord-ovest la Valle Subequana, a sud la Valle Peligna nonché a sudovest 
la Valle Roveto. 

Alto Adige o dell'Alto Adige o Südtiroler

04.10.2015

I vini «Alto Adige Lagrein, Alto Adige Merlot, Alto Adige Pinot nero, Alto Adige Cabernet, 
Alto Adige Cabernet-Merlot, Alto Adige Cabernet-Lagrein e Alto Adige Merlot-Lagrein», 
possono essere destinati a «riserva» con un periodo di invecchiamento di almeno due anni a 
far tempo dal 1° ottobre dell'anno della vendemmia, purchè presentino un titolo alcolometrico 
naturale non inferiore a 11,5%.

Aglianico del Vulture Doc

04.10.2015

 

La zona di produzione dei vini di cui all'art. 1 comprende l'intero territorio dei comuni di Rionero 
in Vulture, Barile, Rapolla, Ripacandida, Ginestra, Maschito, Forenza, Acerenza, Melfi, Atella, 
Venosa, Lavello, Palazzo San Gervasio, Banzi, Genzano di Lucania, escluse le tre isole 
amministrative di Sant'Ilario, Riparossa e Macchia del comune di Atella.

 

 

 

Alba Doc

04.10.2015

Le uve destinate alla produzione dei vini a denominazione di origine controllata «Alba» devono 
essere prodotte nella zona di origine delimitata dall’intero territorio dei comuni di: Barolo, Camo,
Canale, Castellinaldo, Castiglione Falletto, Castiglione Tinella, Cigliè, Corneliano d’Alba, Cossano 
Belbo, Diano d’Alba, Dogliani, Grinzane Cavour, La Morra, Mango, Monchiero, Monforte d’Alba, 
Montelupo Albese, Monticello d’Alba, Neviglie, Piobesi d’Alba, Priocca, Rocca Cigliè, Rocchetta 
Belbo, Roddi, Roddino, Rodello, Santa Vittoria d’Alba, Santo Stefano Belbo, Serralunga d’Alba, 
Sinio, Treiso, Trezzo Tinella, Verduno, e Vezza d’Alba e da parte del territorio dei comuni di: Alba, 
Barbaresco, Baldissero d’Alba, Bastia Mondovì, Bra, Castagnito, Cherasco, Clavesana, Farigliano, 
Govone, Guarene, Magliano Alfieri, Montà d’Alba, Montaldo Roero, Monteu Roero, Narzole, 
Neive, Novello, Pocapaglia, Santo Stefano Roero e Sommariva Perno.

Albugnano Doc

04.10.2015

 

La zona di produzione delle uve destinate alla produzione dei vini a denominazione di origine controllata "Albugnano" comprende l'intero territorio amministrativo dei comuni di Albugnano,  Pino d'Asti, Castelnuovo Don Bosco e Passerano-Marmorito, tutti in provincia di Asti.


Alcamo Doc

04.10.2015

La denominazione di origine controllata <<Alcamo>> e' riservata ai vini che rispondono alle condizioni e ai requisiti prescritti dal presente disciplinare di produzione per le seguenti tipologie:  bianco, anche spumante, bianco classico, vendemmia tardiva, Catarratto, Ansonica o Inzolia, Grillo,  Grecanico, Chardonnay, Muller Thurgau, Sauvignon, rosato, anche spumante, rosso, anche riserva e  novello, Calabrese o Nero d'Avola, Cabernet sauvignon, Merlot e Syrah.

articoli trovati : 331
page :  1/56 

 
 
Vini DOCG
articoli trovati : 73
page :  1/13 

Aglianico del Taburno Docg

17.11.2015

Le uve destinate alla produzione dei vini a denominazione di origine controllata e garantita
«Aglianico del Taburno» devono essere raccolte nella zona di produzione che comprende l'intero
territorio amministrativo dei comuni di Apollosa, Bonea, Campoli del Monte Taburno, Castelpoto,
Foglianise, Montesarchio, Paupisi, Torrecuso e Ponte ed in parte il territorio dei comuni di
Benevento, Cautano, Vitulano e Tocco Caudio, tutti in provincia di Benevento.

Aglianico del Vulture Docg

17.11.2015

La zona di produzione dei vini a Denominazione di Origine Controllata e Garantita «Aglianico del Vulture» comprende l'intero territorio dei comuni di Rionero in Vulture, Barile, Rapolla,  Ripacandida, Ginestra, Maschito, Forenza, Acerenza, Melfi, Atella, Venosa, Lavello, Palazzo San Gervasio, Banzi, Genzano di Lucania, escluse le tre isole amministrative di Sant'Ilario, Riparossa e Macchia del comune di Atella.

Alta Langa Docg

17.11.2015

La produzione dei vini spumanti sotto la denominazione Alta Langa include una vasta area del
Piemonte che abbraccia tre province formando una lunga fascia collinare nelle province meridionali
del Piemonte alla destra del fiume Tanaro.
Attorno al 1850, il Marchese Leopoldo Incisa aveva incluso diversi vitigni francesi nella sua
collezione ampelografica localizzata nei vigneti di Rocchetta Tanaro, in quella che allora era la
provincia di Alessandria (che includeva anche Asti). Questi vitigni non incontravano, però, molto
favore soprattutto presso i viticoltori. L'avversione dei contadini verso i vitigni stranieri era
testimoniata ancora verso la fine del secolo dalle lamentele del proprietario succeduto al Marchese
Incisa, che non trovava alcun agricoltore disposto a coltivarli

Amarone della Valpolicella Docg

17.11.2015

La zona di produzione della denominazione di origine controllata e garantita "Amarone della
Valpolicella" comprende in tutto o in parte i territori dei Comuni di: Marano, Fumane, Negrar, S.
Ambrogio, S. Pietro in Cariano, Dolcè, Verona, S. Martino Buon Albergo, Lavagno, Mezzane,
Tregnago, Illasi, Colognola ai Colli, Cazzano di Tramigna, Grezzana, Pescantina, Cerro Veronese,
S. Mauro di Saline e Montecchia di Crosara.

Asti Docg

17.11.2015

La zona di produzione delle uve atte alla produzione dei vini a Denominazione di Origine
Controllata e Garantita "Asti" di cui all'art. 1 è delimitata come segue:
in provincia di Alessandria, l'intero territorio dei comuni di:
Acqui Terme, Alice Bel Colle, Bistagno, Cassine, Grognardo, Ricaldone, Strevi, Terzo e Visone;
in provincia di Asti, l'intero territorio dei comuni di:
Bubbio, Calamandrana, Calosso, Canelli, Cassinasco, Castagnole Lanze, Castel Boglione,
Castelletto Molina, Castelnuovo Belbo, Castel Rocchero, Cessole, Coazzolo, Costigliole d'Asti,
Fontanile, Incisa Scapaccino, Loazzolo, Maranzana, Mombaruzzo, Monastero Bormida,
Montabone, Nizza Monferrato, Quaranti, San Marzano Oliveto, Moasca, Sessame, Vesime,
Rocchetta Palafea e San Giorgio Scarampi;
in provincia di Cuneo, l'intero territorio dei comuni di:
Camo, Castiglione Tinella, Cossano Belbo, Mango, Neive, Neviglie, Rocchetta Belbo, Serralunga
d'Alba, S. Stefano Belbo, S. Vittoria d'Alba, Treiso, Trezzo Tinella, Castino, Perletto e le frazioni di
Como e San Rocco Senodelvio del comune di Alba.

Bagnoli Friularo o Friularo di Bagnoli Docg

17.11.2015

La zona di produzione delle uve per la produzione dei vini a denominazione di origine controllata
e garantita "Bagnoli Friularo" o "Friularo di Bagnoli", comprende l'intero territorio dei comuni di:
Agna, Arre, Bagnoli di Sopra, Battaglia Terme, Bovolenta, Candiana, Due Carrare, Cartura,
Conselve, Monselice, Pernumia, S. Pietro Viminario, Terrassa e Tribano, tutti in provincia di
Padova.
La zona di produzione delle uve per la produzione dei vini a denominazione di origine controllata
e garantita "Bagnoli Friularo" o "Friularo di Bagnoli", designabili con la specificazione classico
interessa l'intero territorio del comune di Bagnoli di Sopra.

articoli trovati : 73
page :  1/13 
 

PROPONI LA NOTIZIA

OkNotizie     

 

Immagini e/o testi possono essere tratti dal web. In nessun caso i testi riportati sostituiscono i documenti ufficiali


 

 

NOVITA

 
 
 

 

NOVITA

 

Tutti i disciplinari delle denominazioni di origine dei vini italiani