Ti trovi in: Inizio > News > Prodotti dop igp > Anguria Reggiana Igp

Anguria Reggiana Igp


12 Anguria Reggiana I.G.P.
Ortofrutticoli e cereali
Reg. UE n. 1959 del 07.11.16
GUUE L 301 del 09.11.16
Emilia Romagna
Reggio Emilia

anguria-reggiana

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2016/1959 DELLA COMMISSIONE

del 7 novembre 2016

recante iscrizione di una denominazione nel registro delle denominazioni di origine protette e delle indicazioni geografiche protette [Anguria Reggiana (IGP)]

LA COMMISSIONE EUROPEA,
visto il trattato sul funzionamento dell'Unione europea,
visto il regolamento (UE) n. 1151/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 21 novembre 2012, sui regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari (1), in particolare l'articolo 52, paragrafo 2,
considerando quanto segue:
(1)
A norma dell'articolo 50, paragrafo 2, lettera a), del regolamento (UE) n. 1151/2012, la domanda di registrazione della denominazione «Anguria Reggiana» presentata dall'Italia è stata pubblicata nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea (2).
(2)
Poiché alla Commissione non è stata notificata alcuna dichiarazione di opposizione ai sensi dell'articolo 51 del regolamento (UE) n. 1151/2012, la denominazione «Anguria Reggiana» deve essere registrata,
HA ADOTTATO IL PRESENTE REGOLAMENTO:
Articolo 1

La denominazione «Anguria Reggiana» (IGP) è registrata.
La denominazione di cui al primo comma identifica un prodotto della classe 1.6. Ortofrutticoli e cereali, freschi o trasformati dell'allegato XI del regolamento di esecuzione (UE) n. 668/2014 della Commissione (3).
Articolo 2

Il presente regolamento entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.
Il presente regolamento è obbligatorio in tutti i suoi elementi e direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri.
Fatto a Bruxelles, il 7 novembre 2016
Per la Commissione,
a nome del presidente
Phil HOGAN
Membro della Commissione

ZONA DI PRODUZIONE : comprende l'intera superficie dei Comuni di Bagnolo in Piano, Cadelbosco di Sopra, Campagnola, Castelnovo Sotto, Correggio, Fabbrico, Novellara, Poviglio, Rio Saliceto, San Martino in Rio e parte della superficie dei Comuni di Boretto, Brescello, Campegine, Gattatico, Gualtieri, Guastalla, Reggio Emilia, Reggiolo, Rolo, Rubiera.


 

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DELL' INDICAZIONE GEOGRAFICA PROTETTA " ANGURIA REGGIANA"

Di seguito sono riportate le caratteristiche qualitative in relazione alle diverse tipologie di frutto:
Caratteristiche dei frutti


Tipo Tondo | Tipo Ovale | Tipo Allungato

Buccia
• Liscia o leggermente rugosa.
• Colore verde anche con striature più chiare.
• Uniforme o con leggere solcature regolari longitudinali.
• Liscia o leggermente rugosa.
• Colore verde anche con striature più chiare.
• Uniforme o con leggere solcature regolari longitudinali.
• Liscia o leggermente rugosa.
• Colore verde anche con striature più chiare.
• Uniforme o con leggere solcature regolari longitudinali.

Colore della polpa
• Rosso vivo a maturazione completa | • Rosso a maturazione completa | • Rosso vivo a maturazione completa

Maturazione del frutto
• Naturale | • Naturale  |  • Naturale

Impollinazione
• Entomofila | • Entomofila | • Entomofila

Zuccheri
• > 11 ° brix | • > 12 ° brix | • > 12 ° brix

Polpa
• Croccante soda |• Croccante soda | • Croccante soda

Cavità interne
• L'assenza di cavità interne si rileva percuotendo lievemente la buccia con la mano, e riscontrando un suono cupo. Sono ammesse fessurazioni che non superino 1 cm di larghezza, individuabili da un suono lievemente sordo.
• L'assenza di cavità interne si rileva percuotendo lievemente la buccia con la mano, e riscontrando un suono cupo.  Sono ammesse fessurazioni che non superino 1 cm di larghezza, individuabili da un suono lievemente sordo.
• L'assenza di cavità interne si rileva percuotendo lievemente la buccia con la mano, e riscontrando un suono cupo. Sono ammesse fessurazioni che non superino 1 cm di larghezza, individuabili da un suono lievemente sordo.

Calibrazione dei frutti
• Il peso deve essere compreso tra i  5 kg e 12 kg
• Il peso deve essere compreso tra i 7 kg e 16 kg
• Il peso deve essere compreso tra i 7 kg e 20 kg

- L'irrigazione può avvenire per aspersione oppure con sistema localizzato  a manichetta forata e ad ala gocciolante; l'acqua somministrata è quantificata in base all'andamento climatico e al fabbisogno della pianta in funzione della fase fenologica.
- Il trapianto delle piantine avviene, a seconda delle diverse tecniche di conduzione (pieno campo - tunnel piccolo - serra fredda), fra il 25 febbraio e il 30 giugno.
- La densità d'impianto varia secondo i tipi di anguria: tipo tondo fino a 2200 piante/ettaro; tipi ovale ed allungato fino a 2000 piante/ettaro; 
- possono essere utilizzate piante innestate;
- è necessaria la rotazione quinquennale. Nel caso in cui si utilizzi la tecnica della solarizzazione o siano utilizzate piante innestate è consentito il ristoppio.
- è ammessa l'operazione colturale di cimatura solo manuale;
- l'impollinazione deve essere entomofila;
- per ridurre la crescita delle piante infestanti e l'apporto di quantità d'acqua per l'irrigazione, è consentita la pacciamatura;
- le angurie sono raccolte a maturazione commerciale, quando la polpa è di colore rosso, i tegumenti seminali sono duri, e lo strato gelatinoso che avvolge i semi è scomparso;
- la raccolta dei frutti avviene con un minimo di 3 stacchi e un massimo di 10
- lo stacco viene effettuato con la roncola, attrezzo peculiare con una lama non troppo ricurva onde evitare che tagliando il peduncolo non abbia a recidere la ramificazione.
- immediatamente dopo la raccolta l'anguria reggiana viene stoccata in azienda, in spazi ombreggiati senza subire nessun tipo di conservazione forzata.

Nella realtà operativa per la valutazione del grado di maturità ci si basa su fattori esterni del frutto:
• la porzione del cocomero che tocca il terreno cambia di colore, dal bianco pallido vira al giallo crema;
• il cirro, elemento vegetale posizionato sulla pianta prima del frutto, deve apparire da parzialmente appassito a completamente disseccato;
• la pruinosità cerosa della buccia diminuisce;
• il picciolo del frutto riduce la tomentosità;
• altro indicatore relativo alla maturità è il suono cupo emesso, quando il cocomero è percosso.
Non sono ammessi frutti che manifestano colpo di sole, ovvero quando la buccia perde la naturale striatura.
La produzione massima consentita per ettaro non deve superare i seguenti quantitativi per tipologia:

TIPOLOGIA
Coltivazione Tondo (ton) Ovale (ton) Allungato (ton)
in pieno campo 60 70 70  | in piccolo tunnel 70 80 80  | in serra fredda 60 70 70
anche dalla presenza di capanni dell'inizio del XX secolo costruiti in materiali naturali, quali legno e frasche, dove si consumava e si vendeva l'anguria a fette. Più recentemente anche l'abilità dei produttori della zona si è sempre più indirizzata alla specializzazione nella coltivazione dell'anguria, fra l'altro istituendo competizioni locali per premiare l'anguria con il tenore zuccherino più elevato; un'azienda locale nel 2012 è invece stata premiata al concorso internazionale indetto dal Great Pumpkin Commonwealth per avere ottenuto l'anguria più grande del mondo.


Articolo 7
Controlli
Il controllo sulla conformità del prodotto al disciplinare è svolto, da una struttura di controllo, conformemente a quanto stabilito dagli articoli 36 e 37 del Reg. UE 1151/2012. Tale struttura è l'Organismo di controllo Check Fruit - via C. Boldrini, 24 – 40121 - Bologna, Italia, tel. (+39) 051 6494836, e-mail: info@checkfruit.it.


Articolo 8
Etichettatura
L'indicazione geografica protetta "Anguria Reggiana" deve essere immessa al consumo ponendo ordinatamente i frutti in appositi contenitori oppure in bins e mini bins di materiale atto allo stoccaggio.
Su ogni anguria deve essere obbligatoriamente apposto il logo identificativo dell'IGP Anguria Reggiana e il simbolo IGP della UE.
Sulle confezioni devono comparire tutti gli elementi previsti dalla normativa corrente in materia di etichettatura.
LOGO dell'"Anguria Reggiana I.G.P."
Indice colori
ROSSO: R 232
G 38
B 24
VERDE R 27
G 179
B 66
NERO R 0
G 0
B 0
L'etichetta da porre su ogni anguria sarà di forma ovale e deve includere il nome dell'azienda produttrice.

 

NOVITA

 
 
 

 

NOVITA

 

Strade dei vini e dei sapori italiani