Ti trovi in: Inizio > Data > Terramadre 2016 a Torino

Terramadre 2016 a Torino

Terra Madre 2016Terra Madre Salone del Gusto è Voler bene alla terra
A Torino dal 22 al 26 settembre
Moltissime le novità di questa edizione, in cui si celebrano i 20 anni dalla nascita del Salone internazionale del Gusto e i 30 anni di attività di Slow Food in Italia. Organizzato da Slow Food, Regione Piemonte e Città di Torino dal 22 al 26 settembre, quest'anno l'evento si sposta per la prima volta nel cuore di Torino, uscendo dal polo fieristico, per venire incontro al pubblico e coinvolgere tutta la città.

La manifestazione cambia anche nome, portando in primo piano Terra Madre per sottolineare la centralità delle Comunità del cibo e il ruolo da protagonisti che sempre più è assegnato a tutti coloro che nel mondo coltivano e producono il nostro cibo, mettendo in evidenza valori come responsabilità sociale e sostenibilità.
Il tema di Terra Madre Salone del Gusto  2016, Voler bene alla terra, racchiude in sé il cuore delle attività di Slow Food nel mondo. «Voler bene alla terra significa prendersene cura, occuparsene con gentilezza e amore: coltivare e custodire l'ambiente deve essere il segno distintivo di questo momento», commenta Carlo Petrini, presidente di Slow Food. 
«Serve una mobilitazione delle anime di tutti noi, un movimento globale che prenda in mano le disuguaglianze economiche ed ecologiche e si impegni per risolverle».
Tutti possiamo dimostrare il nostro amore per la terra quando facciamo la spesa, quando ci trasformiamo da consumatori a co-produttori, quando non ci limitiamo a comprare ciò che mangiamo, ma cerchiamo di guardare a come quel cibo è stato prodotto, alla sua storia e alla sua origine, alle mani, ai volti e al lavoro che gli hanno dato vita. «Noi, con le nostre scelte, determiniamo il successo di un sistema di produzione, di agricoltura, di allevamento, - continua Petrini – e soprattutto determiniamo il futuro del pianeta».

Contadini, pescatori, artigiani, allevatori e cuochi di Terra Madre mostrano come il primo atto di amore per la terra sia seminarla con semi buoni, innaffiarla quando lo richiede, garantirne la fertilità, raccoglierne i frutti coltivati con rispetto, senza esigere più di quanto possa dare. «Se penso al mondo contadino, vedo i custodi dei saperi e delle conoscenze agricole sostenibili, vedo giovani che decidono di non abbandonare i loro luoghi per continuare a custodirli e coltivarli, vedo donne che non solo cucinano il cibo, ma si prendono cura delle materie prime e ne conservano la memoria. Sono loro i veri protagonisti dell'evento che potete incontrare a Torino».
Un evento quindi che si apre al mondo: «Vogliamo andare incontro alla gente che ancora non fa parte della nostra rete, raccontare loro ciò che facciamo ma soprattutto coinvolgerli in ciò che possiamo fare insieme. Siamo in tanti a voler bene alla terra, e se riusciremo a unire tutti i nostri piccoli gesti, potremo davvero fare la differenza», conclude Petrini.

Organizzato da Slow Food, Regione Piemonte e Città di Torino in collaborazione con Mipaaf, Terra Madre Salone del Gusto è reso possibile grazie al sostegno di numerose realtà, tra le quali citiamo gli Official Partner: Lurisia, Pastificio di Martino, Radeberger Gruppe Italia, Elpe, Lavazza, Sapori, Iren, Intesa San Paolo; con il contributo di Coldiretti;  i sostenitori della Fondazione Terra Madre e di Slow Food: Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT-Cassa di Risparmio di Torino e Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte. Con il sostegno di IFAD, Unione Europea e CIA.


Terra Madre Salone del Gusto: che numeri!

Spazi allestiti
12.000 metri quadri al Parco del Valentino e 3000 nel centro di Torino

Mercato
900 espositori da 100 Paesi
170 Presìdi Slow Food italiani di cui 28 Presìdi nuovi
140 Presìdi Slow Food internazionali provenienti da 57 Paesi di cui 29 Presìdi nuovi
Partecipano all'evento
7000 delegati della rete di Terra Madre provenienti da 143 Paesi
1000 Comunità del cibo
1000 volontari in città

Ospitalità
150 famiglie ospitanti in Torino
850 posti letto messi a disposizione dalle famiglie nelle oltre 40 Città di Terra Madre che coinvolgono 5 province piemontesi per un totale di 1200 delegati accolti dalle comunità torinesi e piemontesi per tutto il periodo dell'evento

Cibi di strada
10 Cucine di strada
15 Food Truck
36 birrifici artigianali presso BirraMurazzi

Enoteca
Proporrà in degustazione oltre 1000 etichette italiane e internazionali

Programma
Oltre 900 eventi in programma
100 Laboratori del Gusto di cui 30 dedicati al vino, 15 dedicati alla birra, 11 al caffè, 8 alla pasta, 15 ai prodotti del territorio, 6 agli abbinamenti con il Sigaro Toscano, 15 appuntamenti di Mixology
26 lezioni di Scuola di Cucina
13 Appuntamenti a Tavola
18 appuntamenti alla Cucina dell'Alleanza
43 appuntamenti alla Via del Gelato e nella Caffetteria dei Presìdi
6 Master of Food dedicati al caffè
Oltre 65 chef presenti, di cui 20 internazionali e più di 300 produttori coinvolti negli appuntamenti
Oltre 60 chef presenti alle Cucine di Terra Madre da 5 continenti
Educazione
180 attività dedicate a scuole e famiglie
Incontri e conferenze
11 Conferenze al Teatro Carignano
40 Forum di Terra Madre
60 Incontri regionali per la rete di Terra Madre
26 Incontri dedicati alle attività di Slow Food
19 appuntamenti nello spazio Slow Fish alla Terrazza Armida, Parco del Valentino
10 appuntamenti nello spazio Let it Bee nel cortile del Rettorato di via Po
12 appuntamenti nello spazio Indigeni al Parco del Valentino
8 appuntamenti dallo Slow Food Youth Network
30 appuntamenti dedicati al tema Migranti
Oltre 30 appuntamenti organizzati nelle aree tematiche dedicate a olio, legumi, carne e biodiversità
6 presentazioni di libri di Slow Food Editore
Università di Scienze Gastronomiche
24 Conferenze e Workshop, 4 Cene organizzate dall'Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e 1 Eat-in
38 attività gestite dalla Condotta degli studenti UNISG, di cui 5 Bike n'Eat, 12 tour dei Personal Shopper, 9 Walk n'Eat, 2 Urban Foraging, 2 Beer Tasting, 8 Wine Tasting

NOVITA

 
 
 

 

NOVITA

 

Tutti i disciplinari delle denominazioni di origine dei vini italiani